Razionale

In attesa che la vaccinazione di massa consenta di ridurre significativamente i casi di malattia sintomatica grave e l’accesso all’ospedale, l’assistenza portata a domicilio con terapie sintomatiche rappresenta il perno della gestione dei pazienti con COVID-19.
Generalmente, la malattia di COVID-19 si manifesta come una sindrome simil-influenzale con una varietà di sintomi lievi, tra cui rinite, faringite, tosse e febbre. Tuttavia, in alcuni pazienti può insorgere una grave sindrome respiratoria acuta talvolta complicata da eventi tromboembolici polmonari che richiede l’ospedalizzazione. Sebbene i pazienti con forme da lievi a moderate di COVID-19 possano essere gestiti in modo efficiente a casa con i rimedi tradizionali, i soggetti che possono più facilmente sviluppare una forma aggressiva di malattia possono usufruire di opzioni terapeutiche più recenti quali gli anticorpi monoclonali. Questi farmaci possono risultare fondamentali nel bloccare l’evoluzione della malattia di COVID-19 purchè somministrati in tempi molto precoci in soggetti a rischio non ospedalizzati con malattia di grado lieve-moderato, realizzando il processo del linkage to care.

Per essere ancora più utili al medico pratico, la SIMG ha prodotto un semplice documento “Il percorso del paziente con COVID-19 dalle cure domiciliari tradizionali al linkage to care con i centri specialistici” in collaborazione con gli specialisti della SIMIT (Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali).

Questo corso è rivolto a tutti coloro i quali vogliano familiarizzare maggiormente con queste recenti terapie. Verranno focalizzati i punti salienti del documento al fine di fare chiarezza sull’inquadramento del paziente con Covid-19, l’identikit del candidato all’early treatment, il processo e monitoraggio dell’early treatment, anche in considerazione delle diverse realtà territoriali.